Cenacoli

I Cenacoli della Parola, voluti dai parroci della vicaria Valle Tanaro nel 1997,sono la proposta di un cammino con la Parola di Dio, accostata in atteggiamento di preghiera come caldeggiato già dalla Dei Verbum n. 25:

 «… Si ricordino però che la lettura della sacra Scrittura deve essere accompagnata dalla preghiera, affinché si stabilisca il dialogo tra Dio e l’uomo».

Inoltre papa Francesco scrive:

        “È mio vivo desiderio che la Parola di Dio sia sempre più celebrata, conosciuta e diffusa, perché attraverso di essa si possa comprendere meglio il mistero di amore    che promana da quella sorgente di misericordia…. Tra le varie iniziative vi è la      diffusione più ampia della lectio divina, affinché, attraverso la lettura orante del testo sacro, la vita spirituale trovi sostegno e crescita”.

(Francesco, Misericordia et misera, n. 7).

Con la Lectio divina ci accostiamo alla Bibbia come luogo privilegiato di incontro con Cristo nella preghiera, non per “saperne di più”, ma per “vivere meglio”.

L’esperienza dei Cenacoli vuole favorire nelle Parrocchie non  gruppi di persone che studiano la Bibbia, ma una comunità di persone che  vogliono percorrere un cammino cristiano di comunione fraterna nella Chiesa.

In particolare:

  • Oltre alla “soglia e al sagrato”,  i Cenacoli sono “luoghi e tempi che permettono a chiunque di sentirsi accolto e salutato” . Luoghi in cui, oltre che accolto e salutato, chiunque può essere  sorretto e accompagnato nel tempo della prova.
  1. I Cenacoli sono di fatto occasioni che hanno creato e creano “percorsi, relazioni che possano aiutare a superare l’individualismo e a fare esperienza di Chiesa…”, avvicinandoci alla Parola, come nutrimento per la nostra fede, per crescere  in un cammino di comunione fraterna nella Chiesa.
  1. Al centro degli incontri dei Cenacoli c’è la Parola, non il commento che noi leggiamo o ascoltiamo o cerchiamo di fare.
  • Parola accostata in stile orante, non in alternativa ma in completamento ad un approccio di studio, perché l’approccio orante è quello che può far sì che la Parola “ci cambi e ci liberi”, 

Nella pratica:

Gli incontri di Lectio divina si svolgono secondo questo schema:

  1.   Invocazione allo Spirito Santo
  2.   Proclamazione del testo
  3.   Commento del testo
  4.   Meditazione e preghiera personale
  5.   Scambio fraterno
  6.   Preghiera conclusiva.

Nello scambio ogni fratello ascolta gli altri e condivide ciò che lo Spirito gli ha suscitato durante la meditazione/preghiera.

Non c’è dibattito né confronto tra i partecipanti

Non c’è obbligo di intervento.

  Letture meditate ad oggi:
 – 2008 (febbraio-maggio) Matteo
– 2008-2009 Paolo: lettere dalla prigionia
– 2009-2010 Giovanni: Vangelo dell’ora (Gv 11-  21)
– 2010-2012 Marco (in 2 anni)
– 2012-2015 Luca (in 3 anni)
– 2015-2016 I Salmi
– 2016-2018 Isaia (in 2 anni)
– 2018-2019 Giovanni: Il libro dei segni (Gv 1 – 12)
– 2019-2020 I° lettera ai Corinti
– 2020-2021 Lettere cattoliche. 1Pt e Gc  

Gli incontri sono aperti a tutti.

Servono una bibbia e un quaderno di appunti.